Blog di Felter Roberto

La palestra in cui "mi si vede nell'esercizio delle mie idee". Pronto a confrontarle con gli altri.

Menu Close

Category: blog (page 1 of 4)

Blogfest 2013 a Rimini. Ci si vede là

BlogFest 2013

 

Dal 20 al 22 settembre 2013 si svolgerà la ormai tradizionale festa di tutto ciò che in Italia gravita attorno alle community della rete, la Blogfest.

Evoluzione della festa dei blogger ormai coinvolge un bacino molto più ampio di utilizzatori della rete.

Quest’anno c’è però qualcosa di nuovo: la location.

Infatti, contrariamente agli scorsi anni in cui la manifestazione si svolgeva a Riva del Garda, quest’anno è stato scelto di farla a Rimini.

E’ una manifestazione molto varia e interessante, se utilizzate la rete e qualcuno dei suoi servizi o social non potete mancare. Sul loro sito potete trovare il programma.

Quest’anno, data la location più lontana da casa mia, mi gusterò l’intero periodo invece di fare una toccata e fuga il sabato come ero abituato a fare (dopotutto in una ora di auto ero arrivato).

Se ci siete anche voi, fatevi riconoscere. E se siete là già il giovedì sera vi assicuro che avrete un motivo in più per farlo. (per però non vi dico).

Vacanze e lavoro: esperimento di collaborazione

Le vacanze solitamente servono per staccare dalla quotidianità, ma quando hai a che fare con internet e il mondo web, possono essere semplicemente un modo diverso di fare quello che facevi anche a casa.

Per questo proprio in questo periodo, nonostante sia per qualche giorno in quel di Riccione, Ho iniziato un esperimento di collaborazione con la SUNET di Roberto Filippini, altro blogger bresciano, per la gestione di un paio di loro blog:

videomatrimonio e bloginglese.

E’ un esperimento estivo, condotto in mobilità e senza grossi obiettivi prefissati ma è una cosa interessante da cui si potranno dedurre poi alcune variabili da poter sviluppare.

Ora me ne torno in spiaggia. Buona giornata.  🙂

dal balcone

I candidati sindaco di Montichiari e il web

Questo blog continua ad essere visitato da chi cerca informazioni sui candidati sindaco di Montichiari.

I Motori di ricerca lo propongono grazie a questo vecchio post del 2008, fatto per le elezioni del sindaco di Brescia.

A questo punto, da cittadino monteclarense, vedo se posso esservi utile.

[UPDATE 08.06] Per chi invece cerca i risultati delle elezioni 2009 di Montichiari, li può trovare qui: www.elezionimontichiari.it

Visto che ci sono, provo anche a fare qualche ragionamento, strettamente tecnico, sull’utilizzo del web da parte dei vari candidati.

Questa è la lista dei candidati:
[in ordine alfabetico]

  1. CALIARI GIOVANNI
  2. CARZERI CLAUDIA
  3. FERRARI ANGELO
  4. TOSI LINO MARIO
  5. VERZELETTI PAOLO
  6. ZANOLA ELENA

Ora vediamo dove li possiamo trovare nel web, se ci sono. Non ho link ufficiali per cui userò google con alcune parole chiave e vedrò cosa mi propone.

A mio parere la parola chiave migliore dove apparire è “candidato sindaco Montichiari”, poi alcune combinazioni con il termine elezioni e infine il proprio nome e cognome, che però serve a chi già ti conosce e vuole saperne di più. Novità nell’ambito comunicazione c’è il social network Facebook, ormai usato da tantissime persone, per cui diamo una occhiata anche li.

CALIARI GIOVANNI

[RIFONDAZIONE COMUNISTA]

Non ho trovato siti che presentino la sua candidatura. Non c’è nemmeno il sito della sezione monteclarense del suo partito. Nei risultati appare solo un articolo sul giornale Bresciaoggi.

Su Facebook ho trovato solo questo evento, relativo alle elezioni, ma non parla del candidato.
[Ricordo che per accedere a Facebook e vedere le pagine linkate bisogna essere registrati]

CARZERI CLAUDIA

[PDL, Lega Nord]

Il primo link proposto dal motore di ricerca con “candidato sindaco Montichiari” è il sito del PDL, in cui sono presenti i candidati di partito per tutti i comuni. Tra questi c’è anche il nome di Claudia Carzeri, ma non presenta nessun link a pagine specifiche sul suo conto.

Nessuna pagina relativa alla sua candidatura, se non il solito articolo di Bresciaoggi.

Il sito della sezione di Montichiari del PDL è fermo al 18 settembre 2008, quando annunciano la loro nascita, con la fusione di Forza Italia e Alleanza Nazionale.

[UPDATE 20.05] nei commenti mi segnalano che il sito del PDL di Montichiari è www.pdlmontichiari.it.

Su Facebook invece va un po’ meglio.

Claudia Carzeri è presente con un account personale e c’è un gruppo “Vogliamo Claudia Carzeri Sindaco” con i punti principali del programma e gli incontri in corso.

La scelta del nome del gruppo non è molto azzeccata. Infatti lo si trova cercando il nome del candidato ma non risulta cercando “sindaco Montichiari”, key search molto più importante. Questo solo perchè nel nome non si è messo di quale paese la si vuole sindaco.

FERRARI ANGELO

[PD, Italia dei Valori]

Per trovare qualcosa, oltre all’articolo su Bresciaoggi che più che web è la vecchia notizia cartacea, bisogna andare sul sito del circolo del PD di Montichiari, dove si trovano le principali notizie in merito agli incontri.

Su Facebook non è presente come account personale, ma c’è il gruppo “Per Angelo Ferrari Sindaco di Montichiari” dove ci sono le informazioni sul candidato, sul programma e sulla lista.

In questo caso la scelta del nome è migliore, in quanto permette di trovarlo sia cercando il nome del candidato, sia con il termine sindaco, sia con il nome della città.

TOSI LINO MARIO

[UDC]

Non ho trovato nulla. Non ne viene accennata l’esistenza nemmeno sul sito dell’UDC di Brescia.  Stessa cosa su Facebook.

VERZELETTI PAOLO

[Area civica]

I motori di ricerca non danno nessun risultato adatto, con nessuna delle chiavi di ricerca che un elettore interessato potrebbe usare per cercarlo.
Grazie ad un link presente sul gruppo creato su Facebook, di cui parlerò dopo, vengo a scoprire che esiste il sito www.verzelettisindaco.it dove effettivamente sono presenti le informazioni relative al candidato, al programma e agli incontri. Probabilmente il fatto che sia stato registrato il 28 Aprile 2009 non ha favorito l’indicizzazione, ma anche come è stato costruito il sito ci mette del suo. D’altro canto non basta usare la piattaforma Joomla perchè tutto vada magicamente a posto.
( A questo punto dovrà ringraziarmi, visto che il link da questo post gli darà una mano )

Su Facebook invece Paolo Verzeletti è presente come account personale e c’è il gruppo “Paolo Verzeletti Sindaco di Montichiari” che è aggiornato e commentato.

ZANOLA ELENA

[ 5 liste civiche ]

Oltre all’articolo che parla di lei su Bresciaoggi, nella prima pagina dei risultati cercando “Zanola Elena sindaco” appare un link ad un documento in word dal nome “programma elettorale”. Il documento però è quello presente sul sito del comune di Montichiari, insieme a quello degli altri candidati. Probabilmente il fatto che la Zanola fosse vicesindaco uscente, quindi citata più volte all’interno di quel sito, ha fatto sì che quel link venisse indicizzato meglio rispetto agli altri, che infatti non sono apparsi nelle prima pagine delle ricerche da me fatte sino ad ora.

Di contro i vari articoli che la citano, forniscono molti risultati non coerenti con la ricerca, per cui non sono riuscito a trovare nulla di dedicato esclusivamente alla sua campagna elettorale.

In Facebook invece non ne ho trovato traccia.
[UPDATE 20.05] Da facebook Marco Togni mi segnala l’esistenza dell’account personale "Lega Gianantonio Rosa" che è una lista collegata.  Sperando che gli amministratori di Facebook non lo rimuovano, visto che l’utilizzo di account personali per qualsiasi cosa che non siano persone fisiche è vietato dalla policy.

Conclusioni

Come si può facilmente notare, non è stata prestata molta attenzione alla propria immagine su internet. Molti non ci sono e chi c’è è invisibile e quindi è come se non ci fosse.

E’ stato sfruttato un po’ di più Facebook, probabilmente perchè non richiede grossi impegni e grosse capacità per attivare i vari servizi. Anche li però non si vede nessun tipo di pianificazione o di attenzione allo strumento.

Il nome di un gruppo, ad esempio, è una cosa importante, che va ragionata e pianificata, per far sì che venga trovato facilmente e che attiri l’iscrizione del maggior numero di persone.

Scrivere “per xxxxx sindaco di Montichiari” è meno adatto di “xxxxx candidato sindaco di Montichiari informa”, in quanto al primo si iscriveranno solamente quelli che hanno intenzione palese di votarlo, mentre al secondo si iscriveranno tutti quelli che vogliono avere sue notizie.

Stabilire l’obiettivo che si vuole raggiungere con l’apertura di un gruppo non è banale.

E poi ci sarebbero le pagine, gli eventi e molte altre cose.

Sembra che tutti abbiano pensato a parlare con quelli che già conoscono e nessuno si sia preoccupato degli altri. Eppure è il voto “degli altri” che serve, quello dei propri dovrebbe già essere garantito.

Mi auguro che queste siano le ultime elezioni con questo tipo di atteggiamento, perché il cittadino merita di essere coinvolto e il web, sotto questo aspetto, è uno strumento fantastico.

Se qualcuno dei candidati o dei loro collaboratori dovesse leggere questo post e ritenesse opportuno segnalare link utili che mi sono sfuggiti oppure volesse sfruttare questo spazio per qualsiasi tipo di comunicazione o correzione, può farlo tranquillamente nei commenti e io provvederò ad aggiornarlo.

[UPDATE] questo post è stato pubblicato alle ore 10:00 del 20.05.2009.  Alle ore 11:35 dello stesso giorno, cercando "candidati sindaco Montichiari" sul motore di ricerca Google, è il primo risultato presentato.  Questo dimostra come, con un minimo di attenzione, si possano ottenere ottimi risultati in tempi brevi.

Risultato ricerca "candidato sindaco montichiari"

Euro Blog Awards e l’abitudine italiana a sottovalutare

euroblogsawards

Ieri (24 aprile 2009) a Bilbao si è svolto l’Euro Blog Awards, manifestazione europea con l’obiettivo di selezionare i migliori blog europei.

Da una lista di 10 blog proposti da ognuno dei 12 giudici presenti (uno per nazione, giudice per l’Italia era Luca Conti) si è passati, tramite una votazione aperta su Facebook, alla selezione di un blog per ogni nazione.

A Bilbao, i giudici hanno poi votato il loro trittico di blog e hanno stilato la classifica.

L’Italia si è classificata strepitosamente quarta con il blog di Caterina Policaro, alias Catepol e il suo Catepol 3.0.

Con Caterina ci incrociamo in rete e nelle manifestazioni da molto tempo e mi fa veramente piacere sapere che sia stata apprezzata anche a questi livelli.

Proprio perchè la conosco e sono sicuro che lei non fraintenderà, mi permetto di scrivere:

In Italia c’era di meglio.

La mia non è una critica a Caterina, è una critica al resto dei blogger e della blogosfera.

Caterina ha avuto l’intelligenza e la voglia di mettersi in discussione. Ha informato della cosa la sua rete di contatti ( si parla di 12.000 tra i vari social network) anche a costo di passare per vanitosa.

Questo le ha permesso di arrivare nei 12 e di conoscere il giudizio della giuria.

Questa è la sostanziale cosa importante. Il rischio era che, se fosse arrivata solo per le conoscenze e non per i contenuti. al cospetto dei giudici, avrebbe fatto una brutta figura.

Lei si è messa in discussione e la cosa l’ha premiata.

Troppo spesso questo non succede e si preferisce rimanere nel proprio ambito, senza possibilità di crescita ma senza rischio di critica.

Spero che, per il prossimo anno, Luca possa avere molti più problemi di questa volta a selezionare i 10 nomi da proporre e che la lotta per la finale sia finalmente sentita.

Perchè quest’anno a Bilbao non è arrivato il miglior blog, è arrivata la migliore blogger.

Gestire facilmente il proprio Blogroll con Google Reader

Il blogroll in un sito/blog è una raccolta di link, curata dall’autore del blog.

Solitamente si può considerare un elenco di siti consigliati.

Molti pubblicano questo elenco in una colonna laterale del proprio blog, altri gli dedicano una pagina.

Cosa sia meglio ai fini di una migliore valutazione da parte dei motori di ricerca non lo so, ma Wolly ha riscontrato una buona indicizzazione nel caso di pagina dedicata.

A mio parere un elenco breve si può anche visualizzare nel contesto di una pagina con altro, ma se è corposo è meglio dedicargli una pagina apposita.

Qualsiasi sia la vostra scelta, è importante che questo elenco sia aggiornato.

Credo infatti che il proprio blogroll sia veramente interessante solo se rispecchia quanto ognuno segue e legge.

Se utilizzate Google Reader come aggregatore di feed, c’è un modo semplice e automatico per gestire il proprio blogroll.

Google reader dà la possibilità di inserire i propri feed in cartelle, anche in più cartelle contemporaneamente, utilizzando il tasto “impostazioni feed – aggiungi a cartella”

GR1

Probabilmente avrete già diviso i vostri feed per tipologia.

Supponiamo ora che voi vogliate inserire nel vostro blogroll solo alcuni dei feed presenti.

Per prima cosa create una nuova cartella. Sempre dal menù precedente usate “nuova cartella”, e chiamatela blogroll.

Ora selezionate i feed che volete pubblicare e inseriteli nella cartella appena creata.

Non vi preoccupate se risultano in più cartelle, non ci sono problemi.

A questo punto aprite il menù impostazioni, in alto a destra, e scegliete l’etichetta “Cartelle e tag”.

Vi apparirà l’elenco delle vostre cartelle:

GR2

A fianco di ogni cartella c’è la scritta “privato”. Questo significa che solo voi potete leggere quello che c’è all’interno.

Visto che è nostra intenzione condividere quello che sarà presente in quella cartella, clicchiamo sul simbolo alla sinistra di privato.

La scritta cambierà da “privato” a “pubblico” e alla sua destra appariranno delle nuove funzioni.

Quella che serve a noi è “aggiungi un blogroll al tuo sito”.

Selezionando questa voce Google reader ci mostrerà una finestra con del codice javascript.

A questo punto non resta che copiare questo codice nel nostro blog, dove vogliamo scrivere il blogroll.

Lo potete inserire su qualsiasi piattaforma di blogging, l’importante è che supporti javascript.

Io consiglio di utilizzare il campo titolo e di impostare il campo “combinazione di colori” a nessuno, cosi da poterne gestire l’aspetto grafico all’interno del blog.

Nessuno ci impedisce di ripetere questa operazione per diverse cartelle, suddividendo magari i link per tipologia o per argomento (ecco quando il titolo diventa utile).

Io, ad esempio, ho creato 3 cartelle, come potete vedere nella mia pagina dedicata.

Una volta che voi avete costruito cosi il vostro blogroll, non avrete più nessun problema nel tenerlo aggiornato.

Basterà infatti aggiungere o togliere, direttamente in Google Reader, i feed dalle relative cartelle, e il blog si aggiornerà automaticamente.

Negli ultimi giorni Google ha avuto dei problemi nel pubblicare questi link, facendo apparire solo la scritta “continua” senza i feed, ma ora tutto sembra tornato alla normalità.

Per chi se lo domandasse, NO! la scritta continua non si riesce a togliere. 😀

Blog aggiornato alla versione 2.7 di WordPress

Finalmente sono riuscito a fare in locale tutti i test necessari a verificare come andasse il template di questo blog, con la nuova versione 2.7 di WordPress.

Alla fine solo un plugin, quello che mi permetteva di collegare ai post gli eventuali commenti fatti da Friendfeed, non mi ha funzionato e, anche se dispiaciuto, l’ho tolto.

In compenso mi sono dedicato a personalizzare la parte relativa ai commenti, cosi da poter sfruttare le nuove caratteristiche a disposizione.

Ora potete commentare al post o rispondere ad un commento precedente e il tutto è visualizzato con estrema chiarezza.

Ho provato a cambiare anche il carattere con cui vengono visualizzati post e commenti. Dal classico Arial sono passato al Century gothic. Spero vi piaccia.

Se trovate dei problemi oppure avete qualche osservazione, fatevi sentire.