E’ passato un mese dall’ultimo articolo.

Non ho mai scritto con una frequenza altissima su questo blog, perchè ho sempre privilegiato il contenuto al contenitore, per cui sono apparse qui le notizie che ritenevo interessanti e su cui pensavo di poter aggiungere qualcosa di mio.

Niente repost di notizie tanto per scrivere ne informazioni che un buon motore di ricerca già desse.

Però nell’ultimo mese cose da dire ne avrei avute, avrei potuto parlare, ad esempio, del problema avuto in questi giorni da Poste.it, per cui tanti clienti si sono trovati il conto in rosso perchè l’aggiornamento delle procedure software interne all’ente ha fatto in modo che sparissero le virgole dai prelievi, registrando a debito ad esempio 2500 euro per una fornitura di carburante pagata 25,00 Euro. Ora sembra che tutto stia tornando a posto, ma le persone che ieri avevano bisogno di soldi e si sono trovati il conto bloccato perchè era impossibile verificare il saldo disponibile se lo ricorderanno per un pezzo.

Oppure avrei potuto parlare del finalmente disponibile aggiornamento a Windows 7.  Al fatto che, avendo comprato un notebook a luglio, ho diritto a riceverlo gratuitamente da Dell, ma in realtà mi costa 20 Euro di spese di spedizione. All’inizio la cosa non mi è piaciuta molto, ma adesso guardando il tracking di UPS

ups
inizio a capire il motivo delle spese di spedizione.

Invece non ho fatto niente di tutto questo, un po’ perchè è venuta a mancare un persona e ho dovuto aiutare la mia compagna nel gestire l’accaduto e un po’ perchè ci sono momenti in cui certe cose non ti vengono come vorresti e allora o le fai male o le rimandi.

Io ho preferito rimandarle, farle decantare un attimo e ora spero di ricominciare meglio di prima.

Se ci siete ancora la cosa non può che farmi piacere. Se ve ne siete andati, sono sicuro che mi avete sostituito con qualcosa di altrettanto valido, per cui vi capisco.