Google

Blog di Felter Roberto

La palestra in cui "mi si vede nell'esercizio delle mie idee". Pronto a confrontarle con gli altri.

Ieri sera ho fatto una delle mie tante escursioni su Second Life, alla ricerca di amici con cui fare quattro chiacchiere e sono finito nel bel mezzo di una delle serate “impegnate” che ciclicamente Giuseppe Granieri organizza presso la sua UnAcademy.
Curioso mi sono fermato un attimo.
L’argomento della serata? “Viaggio nella complessità Uomini e organizzazioni all’orlo del caos”.
A parlarne Luca Comello, studioso dell’argomento nonchè autore del libro intitolato appunto “Viaggio nella complessità“.
Diverse persone erano già sedute, pronte ad ascoltare e ben presto ho capito perchè.
Luca infatti ha presentato l’argomento con l’ausilio di alcune slides, trasformando quello che inizialmente sembrava un tema ostico, in qualcosa di fruibile e stimolante.
L’attimo si è trasformato in due ore abbondanti e la curiosità in vero e proprio interesse.
Tant’è che la prima cosa che ho fatto a fine serata è stata andare sul mio google calendar a segnare che giovedì prossimo (21 febbraio) ci sarà la lezione successiva e non me la voglio perdere.
La cosa divertente di tutto questo è che parlare di complessità è stato di una “semplicità” disarmante.
Un minuto prima ero a casa mia, un attimo dopo ero seduto con un’altra dozzina di persone a parlare di Teoria della complessità, quindi sono passato a ballare un po al Lucania Lab, per poi tornare a casa mia. Tempo sprecato per gli spostamenti: ZERO.
Io non sono in grado di stimolare la vostra curiosità sull’argomento, ma certo della chiarezza di Luca Comelli, vi invito a venire anche voi giovedì prossimo su Second Life ad ascoltare.
Nel caso abbiate bisogno di aiuto, cercatemi, sono FELTER OH.

(alcuni snapshot della serata)

zv7qrnb

Leave a Reply