Blog di Felter Roberto

La palestra in cui "mi si vede nell'esercizio delle mie idee". Pronto a confrontarle con gli altri.

Menu Close

Telecom ed il consenso a ricevere telefonate pubblicitarie

Alcune persone mi hanno informato che il servizio 187 di Telecom Italia sta facendo telefonate in serie ai propri clienti chiedendo se intendono dare il consenso a ricevere sul proprio numero telefonico comunicazioni commerciali.
Probabilmente questa attività è dovuta alle ultime prescrizioni del Garante che ha chiesto a Telecom, come ad altri operatori, di riorganizzare la propria documentazione riguardante tali autorizzazioni.
Richiedere telefonicamente il consenso a ricevere chiamate promozionali è corretto ai sensi dell’art.13 del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, anche se è chiaro ( e viene detto anche nelle osservazioni del garante) che è poi difficile dimostrare le effettive volontà dell’intestatario del numero, anche se la telefonata viene registrata.
Quello che è un po meno corretto, e dubito che venga registrato, è dire che, nel caso non venga dato il consenso, Telecom non potrà più fornire assistenza in caso di guasto o dare comunicazioni relative a distacchi o malfunzionamenti.
E’ ovvio che questo è un modo per aumentare il numero di consensi raccolti, ma dimostra quanto ancora ci sia da fare per far rispettare i diritti dei clienti.
Nel caso riceveste una telefonata simile, vi ricordo che il consenso riguarda esclusivamente l’autorizzazione a ricevere sul proprio numero telefonico comunicazioni non richieste di carattere commerciale. Ogni altro servizio tecnico previsto dal contratto non richiede esplicita autorizzazione ma, al contrario, è d’obbligo da parte della società telefonica e chi afferma il contrario è passibile di segnalazione al garante per la Privacy.
Vi consiglio di chiedere a chi vi contatta:
– nome e cognome
– società di appartenenza ( ci sono almeno due società esterne che fanno outbound per Telecom)
– sede del call center
– responsabile del trattamento dei dati personali.
A questo punto lo zelante centralinista avrà, nella stragrande maggioranza dei casi, già riattaccato, ma, nel caso sia ancora in attesa di una vostra risposta, informatelo che non avete intenzione di decidere telefonicamente su questo tipo di autorizzazioni e che provveda a mandarvi per posta il modulo che nel 2003 Telecom ha preparato e spedito insieme alle Fatture, in cui chiedeva queste informazioni, in modo da renderle ufficiali e verificabili.
Se poi vi avanza del tempo, scrivete anche un commento a questo post dicendo come è andata …